mercoledì 1 agosto 2007

Un classico, Nikkor 50mm f1.8


oggi vi parlo del mitico obiettivo nikkor 50mm f1.8. Con questo obiettivo ho scoperto il fascino degli obiettivi fissi. Mi piace talmente tanto che praticamente non lo levo mai dalla corpo macchina. Con il fattore di moltiplicazione di x1.5 diventa un 75 mm diventando un medio tele, ottimo per dei primi piani. E' luminosissimo (f 1.8) e lavora bene anche ad 1.8 a differenza degli altri obiettivi che di solito lavorano bene ad 1 stop sopra la massima apertura.


Attenzione però con un soggetto a 50 cm ed un'apertura di 1,8, la profondità di campo è di circa 1 cm, diventa praticamente indispensabile l'AF. Per farvi gustare questa sensazione, ho scelto una foto scattata a delle margherite ad una distanza di circa 50 cm con un diaframma di 5,6 (profondità di campo di circa 9 cm). Secondo me, anche se la foto non è ben composta, l'effetto sfumato è molto gradevole, soprattutto grazie al margheritone fuori fuoco in primo piano che da molta tridimensionalità alla foto. Morale della favola: comprate obiettivi fissi, sono più luminosi, sono più piccoli, sono più leggeri (il 50ino pesa 200 gr), costano meso (il 50ino costa 115 euri), hanno una resa cromatica migliore degli zoom, unico neo... dovete cambiare spesso obiettivo.

2 commenti:

matteo ha detto...

vogliamo le foto degli sbandieratori del primo luglio!!!

gottodivino ha detto...

"Obiettivi" non abiettivi...bella foto